Ciao benvenuto su skateboard.it
 
Login
Password
Login automatico:
Registrati
Dimenticato la password?
Testo:
  Notizie Store
Ultimi utenti registrati: Thomasphica, Davidbop, SandyRaks, Robertrig, RegerDvie,
momento vaneggio
Vedi l'intera di Sierra Leone
Entra in MyGallery
Sk8face: Artist & Innovators
12-08-2008 - articoli
di Gio Noodles Fumagalli
stampa
La capacità delle grafiche delle tavole da skateboard di non lasciarti mai indifferente nel fissarle è sempre stata una cosa affascinante.

Bene o male tutti se ne accorgono. Inizi quando ti sei appena affacciato al mondo dello skateboarding. La scelta della prima tavola è una decisione che è sicuramente più legata alla parte grafica piuttosto che allo shape, al concave, alle dimensioni, al nose o al tail.

Certe grafiche te le ricorderai a vita. Le leghi a momenti particolari, a determinati trick imparati, a determinati posti, persone, situazioni. Poi, chiaro, man mano che cresci ti sembra di badarci sempre meno, ma in realtà, sfido chiunque a portarsi a casa una tavola magari perfetta a livello di shape e dimensioni ma pessima graficamente parlando.

Un'altra cosa allucinante delle skateboard graphics sta sicuramente nel fatto che, inevitabilmente, sono un qualcosa di passeggero: in poche skateate la grafica pian piano scompare. Il legno, via via che ci slidei, tende ad affiorare in superficie ed il lavoro che tanto ti piaceva quando ancora immacolato tende a scomparire.

E' strano pensare al lavoro, tante volte pesissimo, che sta dietro ad un qualcosa di così poco duraturo. Tuttavia, tralsciando la pessima parentesi dei blank, le skate graphics, da quasti quarant'anni a questa parte resistono, forse anche valorizzate dal fatto di avere una vita così breve.

Siamo addirittura arrivati al punto in cui esistono vere e proprie aste di skateboard deck con particolari grafiche storiche, siti specializzati per collezionisti. Non tutti ritengono una cosa giusta spendere magari qualche migliaia di dollari per una tavola ma comunque, oggi, alcune tavole, magari con grafiche firmate da mani illustri - mi vengono in testa gli esempi di Pushead o Jim Phillips - sono veri e propri pezzi da museo.

Se vi state però chiedendo come mai mi sia addentrato in un argomento del genere è giunto il momento di arrivare al dunque: Sk8face. Dopo Disposable ed una serie infinita di pubblicazioni cartacee sulle skateboard graphics, è arrivato il momento di un vero e proprio video documentario inerente all'argomento. Dalle logo-based deck degli anni '70 (grafiche basate su semplici rivisitazioni del logo della company) passando per le 10" a forma di pescione dei cari vecchi anni '80 fino ad arrivare ai giorni nostri.

Vi proponiamo quindi il trailer del documentario attendendo l'intera pellicola.



Info: www.sk8face.com
Notizia precedente: Ferragosto a Venezia?
Notizia succesiva: Basel 08 risultati


- Italian Skateboarding a Malmo
- Martino Cattaneo Zivi Living
- Nico Cimini per Blame Skateboards
- Quasi un Minuto!
- Blind Skateboard Full Fuji demo tour
- Addicted in pausa
- Palermo ha uno Skatepark
- Italian Skateboarding a Malmo
- Vans Wild Card Video contest
- Blast the Big One 2017
Testo: